Descrizione
Il museo attivo dal  2007 ha l’intento di far conoscere la cultura…
Strategia Museale
Servizi culturali - Offerta didattica - Visite guidate La sede. L’idea di…
Mostre
  Tra passato e presente. Le donne, mostra fotografica di Giovanni Marinelli…
Contatti
Direzione scientifica: Maria Lucia De Nicolò (Università di Bologna). Durante tutto l'…

anno 2023

La partecipazione agli incontri culturali è gratuita e non necessita di prenotazione

 

Venerdì 15 dicembre 2023, alle ore 17:00 - Incontri a Villa Molaroni
Sala conferenze - Villa Molaroni

Proiezione di filmati a cura di Federico Ciceroni e Paolo Montanari.
Con la collaborazione di UNCI (Unione Nazionale Cavalieri d'Italia)

				

 

 

 

Venerdì 24 novembre 2023, alle ore 17:00 - Incontri a Villa Molaroni
Sala conferenze - Villa Molaroni

Proiezione del documentario sulla marineria adriatica di Andrea Lodovichetti, vincitore di un Globo d’oro e altri premi italiani e internazionali.

Con la collaborazione dell'Associazione il Ridosso di Fano.

Il legame con le tradizioni, il rispetto del mare, la necessità del proprio sostentamento che stempera il timore della sfida. I porti delle piccole città, negli anni, sono profondamente cambiati, così come coloro che li popolano. Ma certe atmosfere legate al mondo marinaresco di un tempo ancora vivono, fiere, oltre gli orli delle banchine. Lì stanno i marinai, di ieri e di oggi: il trionfo di una vita di sacrifici che trova giusto apprezzamento nel legame con la famiglia e negli autentici valori dei quali spesso ignoriamo o dimentichiamo l’esistenza. Immortali sono gli echi di quelle voci roche, quel particolare intercalare, quei modi amorevolmente bruschi, quell’indomita determinazione che si tramanda da generazioni … nonostante tutto.

 

 

 

venerdì 29 settembre 2023, alle ore 17:00 - Incontri a Villa Molaroni
Sala conferenze - Villa Molaroni

Italo Calvino scrittore immaginifico. Dal Barone rampante ai personaggi marini.
Conversazione di Paolo Montanari, con letture di Franco Andruccioli

A 100 anni dalla nascita, si intende celebrare Italo Calvino e la sua versatile, immensa creatività che spazia dal razionale verso mondi immaginifici che toccano anche il mare con i suoi mostri, fantasmi e personaggi fiabeschi, attraverso una narrazione originale che ancora oggi rappresenta un unicum nel panorama letterario italiano. Paolo Montanari ci immergerà in un racconto affascinante, carico di passione inventiva, con divagazioni verso il fantastico e il meraviglioso, verso un orizzonte conoscitivo e riflessivo.

 

 

 

 

 

 

venerdì 8 settembre 2023, alle ore 18:00 - Incontri a Villa Molaroni
Parco di Villa Molaroni 

Eredità immateriale marittima. Le Marche,
Conversazione di Pietro Maniscalco con la partecipazione di Corrado Piccinetti,
a seguire


Inaugurazione della mostra fotografica Tra passato e presente. Le donne,
di Giovanni Marinelli

durata della mostra: dall'8 al 30 settembre
In collaborazione con Associazione Azobè ODV e Archivio Loreno Sguanci 

 

La Convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale approvata dall'UNESCO il 17 ottobre 2003, dichiara che le Eredità Immateriali sono "l'insieme delle pratiche, rappresentazioni, espressioni, conoscenze che le comunità riconoscono come parte del loro patrimonio culturale". Tali Eredità, più in particolare, riguardano le "tradizioni orali ed espressioni, compreso il linguaggio come veicolo del patrimonio culturale immateriale, le arti dello spettacolo, le pratiche sociali e rituali, gli eventi festivi, le conoscenze e pratiche concernenti la natura e l'universo, i saperi legati all'artigianato tradizionale". Le Eredità Immateriali si trasmettono oralmente di generazione in generazione e sono costantemente "ricreate" dalle comunità e dai gruppi in funzione dell'interazione tra il loro ambiente e la loro storia. Esse esprimono un senso di continuità storica e costituiscono un elemento essenziale dell'identità culturale di un territorio e della sua comunità. 

Di qui l’intento di istituire il “Registro marchigiano eredità immateriale marittima” (REMARERIMMA) che abbraccia la ricerca suMestieri, dei Saperi e delle Tecniche del Mare in cui iscrivere le pratiche ergologiche legate alla storia e alle tradizioni delle comunità e le conoscenze riferite alla gestione del territorio in ambito marittimo; la raccolta dei Tesori Umani Viventi Marittimi attraverso le memorie di personaggi che risultano detentori unici o particolarmente qualificati di saperi tecnici, rituali-cerimoniali, linguistici o espressivi riferibili a processi storico-culturali di "lunga durata"; Saperi Marittimi, che toccano tecniche di produzione e costruzione che tradiscono tradizioni identitarie di una comunità marittima.

 

Mostra fotografica di  Giovanni Marinelli
La fotografia come forma d’arte e la fotografia come documentazione ed indagine del presente: grazie a queste due anime dello strumento fotografico Giovanni Marinelli  tenta in sei scatti una liaison tra passato e presente alla ricerca dell’eredità di un modello di vita marinara tipico dei primi del ‘900. Qual è, oggi, il ruolo della donna impegnata con la propria famiglia in un’attività di pesca? Stupisce da subito notare come “il ruolo attivo nella presa in carico della famiglia, nell’organizzazione amministrativa dell’attività, nella vendita dei prodotti ittici” conferisce alla donna un’autorevolezza riconosciuta ed affettivamente solida, e colpisce notare come la foto d’epoca di una famiglia di pescatori, unita e compatta, trova un contraltare nelle responsabilità che Emma, dalla fine degli anni ’90, ha deciso di fare proprie. Quando la famiglia è tutta coinvolta nella pesca, questa la sintesi proposta da Giovanni Marinelli, i ruoli sono ancora chiari: gli uomini si imbarcano, i giovani vendono e la mater familias gestisce rapporti e attività, vita privata e vita lavorativa

La mostra sarà fruibile dall'8 al 30 settembre 2023
negli orari di apertura del Parco comunale di Villa Molaroni: 08.00 – 20.00

 

 

 

 

 

 


venerdì 25 agosto 2023, alle ore 18:00 - Incontri a Villa Molaroni
Nel Parco di Villa Molaroni 

Vongole e molluschi, conversazione di Corrado Piccinetti, a seguire
inaugurazione della mostra fotografica Maldimare/San Bartolo, di Michele Alberto Sereni
In collaborazione con Associazione Azobè ODV e Archivio Loreno Sguanci 

 

Il prof. Corrado Piccinetti (Università di Bologna) offrirà una descrizione dei luoghi e delle tecniche di pesca, inquadrando le problematiche legate alla produzione, raccolta e consumo dei molluschi bivalvi.

Mostra fotografica di Michele Alberto Sereni
La realtà esiste di per sé ma l’uomo può conoscerla solo attraverso gli strumenti che possiede: i sensi e la ragione. Cosa avviene quando indaghiamo la fluidità tra ambienti diversi? Cosa succede se più informazioni si sovrappongono? Cosa comporta creare dei modelli che esplicitano i rapporti e le ingerenze tra differenti presenze naturali ed artificiali? Maldimare di Michele Alberto Sereni gioca con le possibili risposte e suggerisce con la composizione equilibrata delle sovrapposizioni fotografiche un senso di naturale spaesamento. Nelle sue opere più esperienze sensoriali si legano ed entrano in conflitto tra loro così che Il movimento presente nella staticità della visione sembra ingannare il cervello. Maldimare, attraverso un ciclo di sei immagini, evoca la chinetosi, nata però da un moto ritmico, regolare e continuo, per suggerire la fallibilità dei nostri modelli di realtà e apre la strada alla lettura della casualità nelle alterazioni ambientali e dell’illusione nell’equilibrio.

La mostra sarà fruibile dal 25 agosto al 6 settembre 2023
negli orari di apertura del Parco comunale di Villa Molaroni: 08.00 – 20.00

 

 

 

 

 

 


venerdì 11 agosto 2023, alle ore 18:00 - Incontri a Villa Molaroni
Sala conferenze - Villa Molaroni

Colonie marine. Vacanze terapeutiche per l'infanzia
Conversazione di Paolo Montanari

 

La pratica d'inviare nel periodo estivo gruppi di fanciulli alle cure climatiche marine ha dato origine alle cosiddette colonie estive. Accoglievano fanciulli con varie patologie, ma anche solo gracili, che potevano giovarsi dei bagni di mare e dell’elioterapia per riacquistare la salute. Gli ospizi marini prendono sviluppo nella seconda metà dell’800 per ospitare soprattutto bimbi affetti da malattie tubercolari. La funzione terapeutica prosegue anche negli anni trenta, in pieno regime fascista, quando a quella sanitaria si aggiunge la funzione educativa e di propaganda. Le colonie sparse in tutt’Italia, erano concentrate soprattutto sul litorale toscano, romagnolo e marchigiano. Strutture imponenti progettate dai migliori architetti del tempo con l’obiettivo di comunicare la modernità intesa come valore dell'avanguardia e del regime. Così si realizzarono costruzioni dalle forme futuristiche come la colonia Figli italiani all'estero a Cattolica, disegnata da Clemente Busiri Vici, o la Varesina di Milano Marittima, il complesso di Calambrone in Toscana e la Fara a Chiavari. Le colonie diventano il modo di sperimentare il linguaggio architettonico in chiave funzionalista e razionalista. Oggi sono spesso ruderi in riva al mare, ma le colonie hanno un'importante storia alle spalle. Nate nell'800 per i bambini affetti da malattie tubercolari, durante il fascismo si sono trasformate in luoghi di propaganda, per poi recuperare la spinta prettamente sociale nel dopoguerra. Con il boom economico si sono svuotate, ma ora potrebbe esserci una rinascita.

 

 

 

 

 


martedì 8 agosto 2023, alle ore 21:30 - Uscita con la motonave Queen Elisabeth
La notte delle stelle cadenti

Martedì 8 agosto torna il tradizionale appuntamento con lo spettacolo delle prime “ lacrime di San Lorenzo” da una prospettiva insolita e romantica, a bordo della motonave Queen Elisabeth, grazie ad una escursione notturna organizzata dal Museo della Marineria W. Patrignani.

Si partirà alle 21,30 dal Porto di Pesaro. 
L’ esperto astrofilo Giovanni Panzieri guiderà alla scoperta della volta stellata per riconoscere gli astri più brillanti e ammirare il celebre sciame delle Perseidi che raggiunge in questi giorni la massima attività. Si potranno conoscere le costellazioni con i loro miti e non mancheranno curiosità scientifiche su comete, buchi neri e le ultime novità dal mondo dell’astronomia. Lungo la rotta una guida racconterà le “perle” del Parco San Bartolo e le ultime novità sul mare Adriatico.

Per info e prenotazione (obbligatoria) telefonare al 339 6848787.

ANNULLATO CAUSA CONDIZIONI DEL MARE SFAVOREVOLI

 

 

 

venerdì 28 luglio 2023, alle ore 19:00 - Incontri a Villa Molaroni
Pomeriggio di letture nella natura e sulla natura -Letture nel Parco di villa Molaroni

In collaborazione con La Lupus in Fabula, Associazione “Le voci dei Libri” e Biblioteca San Giovanni

Lucia Ferrati legge  "IL PESCATORE E LA SUA ANIMA" di Oscar Wilde, all'arpa Monica Micheli.
Conduce la serata Francesca Pedini

 

 

 

 

 


domenica 16 luglio 2023, alle ore 18:00 - Incontri a Villa Molaroni
Incontri a Villa Molaroni - Voci e memorie della marineria di Fano
In collaborazione con SPI - CGIL Pesaro - Urbino - Progetto memoria

- Presentazione del libro Il mondo marinaro a Fano 1900/1950, a cura di Franca Del Pozzo.

- Lavoratori del mare, coro “SPI-CGIL/Canta che ti passa” diretto da Giovanna Donini con Tomas Facchini alla tastiera e all’armonizzazione.

- Letture da opere di Giulio Grimaldi, Mario Omiccioli, Gabriele Ghiandoni, Erri De Luca; testimonianze orali raccolte da Rino Bonini, Rita Carnaroli, Paolo Letizi, Sonia Zanelli.

- Presenta Lilli Garganelli, Segretaria SPI CGIL Pesaro e Urbino, con Tiziana  Gasperini e Giuliano Giampaoli, responsabile “progetto memoria”.

 

 

 

 

 

 


venerdì 14 luglio 2023, alle ore 19:00 - Incontri a Villa Molaroni
Pomeriggio di letture nella natura e sulla natura -Letture nel Parco di villa Molaroni

In collaborazione con La Lupus in Fabula, Associazione “Le voci dei Libri” e Biblioteca San Giovanni

Lucia Ferrati legge "IL COLOMBRE" di Dino Buzzati, all'arpa Monica Micheli.
Conduce la serata Francesca Pedini

 

 

 

 

 

 


venerdì 23 giugno 2023, alle ore 18:00 - Incontri a Villa Molaroni
"Bagni di mare. L'uso terapeutico e salutistico (secc. XVIII-XX)

Mostra antologica  di trattati medici di Otto e Novecento con raccomandazioni e suggerimenti in merito ai bagni di mare e guide che raccolgono regole comportamentali per i bagnanti con  informazioni su terapia del mare, scelta della spiaggia, ospizi marini, regole per il bagnante, stabilimenti balneari.

Durata della mostra:23 giugno- 30 settembre 2023

 

 

 

 

 

 

 

 

domenica 4 giugno 2023, alle ore 16:00 - Voci in giardino
Concerto di voci bianche, Armonie di primavera, Il Giardino delle Voci 

Concerto cori di voci bianche: Coro "Mini Coristi a Priori" di Perugia; Coro "Il Giardino  delle Voci" di Pesaro

Direttori:
M° Aldo Cicconofri
M° Carmen Cicconofri

Musicisti accompagnatori:
M° Manuel Manieri - pianoforte
M° Maria Ponomaryova - pianoforte
M° Giuseppe Poderi - percussioni

In previsione del maltempo di domani il concerto si svolgerà regolarmente alle ore 16 presso la Chiesa di Sant'Agostino in Corso XI Settembre.

 

 

 

 

 

venerdì 26 maggio 2023, alle ore 17:00 - Incontri a Villa Molaroni
Conversazione a più voci a commento del libro Bussando ai porti di Roberto Petrucci.

Intervengono:
Claudia Di Lucca
, comandante del porto di Pesaro;
Antonio Rossini, presidente Lega Navale Italiana sez. di Pesaro;
Maria Lucia De Nicolò, Università di Bologna – Direttore del  Museo della Marineria di Pesaro

Merci, persone ed idee si sono mosse di porto in porto in un costante viaggio ab immemorabili, contribuendo a definire vocazioni ambientali e identità locali. Bussando ai porti, si dà vita ad un itinerario che passa di città in città lungo le coste dell’Adriatico, per scoprire valori e saperi passati e presenti. Ai nostri porti continuano ad arrivare genti provenienti da altre rive del Mediterraneo e da mari ancor più lontani rinnovando l’idea di un Adriatico dove da sempre si sono incontrate etnie e culture.

 

 

 

 

 

 

 

venerdì 28 aprile 2023, alle ore 17:00 - Incontri a Villa Molaroni
"La pesca sul litorale di Pesaro negli anni Trenta", di Emma Gammieri e Mario Giampieretti
presentazione del quaderno n. 25 della collana Rerum Maritimarum

Pubblicazione di uno studio a firma Emma Gammieri e Mario Giampieretti, redatto nella sua prima stesura negli anni ’40 del Novecento, rimasto inedito fino ad oggi, che arricchisce la serie di quaderni già realizzati sulle tecniche piscatorie. Una narrazione particolarmente ricca che mette a fuoco la quotidianità del mondo dei pescatori di Pesaro, con interessanti informazioni sulle tradizioni locali nei primi decenni del Novecento e sulla trasformazione dei velieri impiegati nella pesca d’altura con l’avvento dei motopescherecci. L’antologia di immagini fotografiche poste a corredo del testo proviene dalle collezioni di Adriano Del Bianco, Fausto Filippini (archivio prof. Barbadoro), Mariano Filippini con un commento che riprende alcune schede elaborate per la mostra realizzata al Museo della Marineria nell’estate 2008 (La società marinara. Arti e mestieri del litorale fra Gabicce e Marotta, secc. XV-XX).

 

 

 

 

 

venerdì 31 marzo 2023, alle ore 17:00 - Incontri a Villa Molaroni
"Il bisso e la porpora, doni di Taras", conversazione di Anna Pia Giansanti

La presenza del mare a Taranto, definita “la città dei due mari”, fu di decisiva importanza per due attività, la lavorazione del bisso e della porpora. La fama dei mitili tratti dal mare Jonio era nota sin dall’epoca greco-romana. Fra questi, due in particolare, la Pinna nobilis ed il Murice, più volte citati in testi classici. La prima per la produzione di un tessuto pregiato, leggero e dorato, con cui le donne creavano vesti fluttuanti e trasparenti, le Tarantinidie, che le rendevano voluttuose e seducenti. Il secondo per la produzione della porpora, la famosa Rubra Tarantina ricordata dalle fonti classiche. La conversazione, con l’ausilio delle suggestive narrazioni tramandate da antichi autori, ricostruisce le antiche tecniche di pesca e di lavorazione di questi “doni del mare” che furono intensamente presenti nel traffico commerciale tra Taranto e i porti dell’Est del Mediterraneo.

 

 

 

 

 

venerdì 17 marzo 2023, alle ore 17:00 - Incontri a Villa Molaroni
"Gabriele D'Annunzio e il mare", conversazione di Paolo Montanari

 

Raccontare D’Annunzio, attraverso uno dei temi centrali, qual è, appunto, il mare, presente nelle sue opere, significa non solo focalizzare l’attenzione sulla metafora poetica ma anche sui dettagli quali possono essere le marine, il porto, il viaggiare per mare, le rive, la sponda, il Mediterraneo.
La conversazione di Paolo Montanari vuole rendere omaggio al grande poeta e scrittore abruzzese di cui ricorrono le celebrazioni nel 2023. Gabriele D' Annunzio è sempre stato attratto dal mare come metafora, simbolo poetico e limite umano verso l’infinito. Verrà dunque affrontata una riflessione letteraria e marinara sui personaggi dannunziani, sulla vita e la morte, su Trabaccoli, esperienza in mare e sull’arrivo sempre in mare a Porto San Giorgio del Vate. Emerge l’ Adriatico come mare europeo in una dimensione geopolitica, geografica e letteraria.

 

 

 

 

venerdì 20 gennaio 2023, alle ore 16:30 - terzo Incontro inserito all'interno del
GRAND TOUR CULTURA 2022 - VIII EDIZIONE - MettiamoCi in Gioco! Reti culturali di solidarietà a sostegno delle comunità

Presentazione del libro di Umberto Ricci:
"La rustida bianca. Ricette raccontate in cucina"
Il titolo del libro indica un’innovativa preparazione che manifesta un gustoso mix di tradizione e inventiva. All’interno poi si rincorre una ricca raccolta di sapori e profumi casalinghi raccontati attraverso emozioni e ricordi familiari. Il buon cibo diventa così un bene prezioso che incuriosisce e al contempo invita a goderne insieme a tavola. Si propone insomma la riscoperta di cibi antichi come ‘medicina’ salutare per il corpo e per lo spirito. Le ricette che si susseguono, dalle minestre ai dolci offrono infatti pietanze che aiutano a star bene, riprese dal passato, da molti dimenticate, qui riproposte con efficacia. Una passeggiata in cucina attraverso il recupero di saperi e sapori della tradizione da usare per un buon governo della salute e al contempo del piacere.

TUTTI I PROVENTI DERIVATI DALLA VENDITA DEL LIBRO VERRANNO DEVOLUTI A FAVORE DELL'AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla

Tema guida: La comunità delle rive. Ambiente, storia, tradizioni.
Tre incontri per conoscere in maniera sempre più approfondita e completa aspetti anche particolari dell’evoluzione storica e socioeconomica degli insediamenti costieri e della società attraverso racconti, confronti, presentazione di libri e ricerche. Spunti, suggestioni, percorsi culturali, per l’organizzazione di un “museo diffuso” che spazia da Gabicce a Fano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 02 Novembre 2023 12:05
MUSEO DELLA MARINERIA WASHINGTON PATRIGNANI PESARO
Informazioni, richieste, prenotazioni
Segreteria: tel.0721-35588;fax 0721-35588;e.mail:museomarineria@comune.pesaro.pu